Médias

Archives

Nel labirinto della Rivoluzione Francese. La Repubblica senza democrazia del Direttorio

Marc Belissa & Yannick Bosc (trad.  Alessandro Guerra), Nel labirinto della Rivoluzione Francese. La Repubblica senza democrazia del Direttorio, Roma, DeriveApprodi, 2021, 219 p.

Présentation

Il Direttorio è un momento preciso della Rivoluzione francese. Un periodo che comincia nel 1795, sulla spinta della liquidazione del Governo di Salute Pubblica, il regime del Terrore di Robespierre, e si conclude con il colpo di stato del 18 brumaio di Napoleone nel 1799. È un regime politico votato allo smantellamento sistematico della proposta politica dei rivoluzionari, fondata sull’eguaglianza sociale come reciprocità di libertà e la democrazia attiva all’interno della quale il popolo – che controlla e revoca i propri rappresentanti – discute e agisce lo spazio pubblico, resistendo con l’insurrezione all’oppressione. Alle istanze democratiche della rivoluzione il regime del Direttorio oppone il diritto di proprietà, il rifiuto dell’eguaglianza dei diritti politici per tutti i cittadini e l’esclusiva di governo per ceto sociale. Un governo di classe che liquida i diritti sociali, per imporre nuovi doveri e che senza popolo verrà stritolato nell’unico vero potere alternativo: i soldati di Bonaparte. Riflettere oggi sui vicoli ciechi della più importante avventura politica della modernità significa poter pensare in profondità la nostra stessa democrazia.

Plus d’informations sont disponibles sur le site de l’éditeur.

Comments are closed.